Il viaggio in Australia. Consigli e documentazione necessaria

Il viaggio in Australia. Consigli e documentazione necessaria

Chi non vorrebbe fare, almeno una volta nella vita, un viaggio nelle terre sconfinate dell'Australia, laddove il deserto incontra l'oceano tra metropoli e città caratteristiche? Una nazione tutta da scoprire, l'Australia, meta turistica e lavorativa per pochi privilegiati che hanno la possibilità di viaggiare lontano. Ma con qualche accorgimento e alcuni consigli anche l'organizzazione di un viaggio in Australia diventerà un gioco da ragazzi.

Primo passo: cosa visitare?

Prima di dare inizio a qualsiasi avventura è necessario stabilire cosa visitare in Australia. Le opzioni sono tante: si desidera visitare le città principali oppure ci si vuole perdere nella natura selvaggia del deserto? O ci si vuole immergere nelle foreste pluviali? Sono queste alcune delle opzioni che un turista dovrebbe tenere in considerazione, ed ecco per quale motivo è bene prendere una decisione definitiva prima di partire per l'Australia. Se si ha il denaro necessario ad affrontare una visita in lungo e in largo sul territorio in questione, ben venga un'escursione approfondita; se invece si ha un determinato budget a disposizione, allora è bene programmare fin da subito il proprio viaggio.

Secondo passo: il visto

Dopo la programmazione del viaggio, è il momento di richiedere i documenti necessari per l'approdo in Australia. Al giorno d'oggi è possibile fare riferimento a siti web come www.australia-eta.com, in grado di seguire passo passo l'utente nella richiesta del visto. Spesso in questi frangenti si fa non poca confusione, nel momento in cui si intende ricevere il visto per il soggiorno all'estero. Nel caso dell'Australia il visto turistico è detto eta (l'eVisitor è valido per i paesi del continente europeo), e permette ai cittadini provenienti dagli USA, dal Canada e da alcune nazioni del sud-est asiatico di soggiornare sul suolo australiano per un periodo di tempo limitato. Le problematiche relative alla richiesta del visto hanno a che fare con i requisiti di idoneità (non avere condanne penali per reati gravi, possedere un passaporto valido, non entrare nel paese con il visto t
uristico per fini lavorativi ecc…), per cui è consigliato affidarsi a siti che assistano gli utenti in caso di necessità. Su Australia-Eta.com è possibile ottenere ulteriori informazioni sul visto in questione, nonché avanzare la domanda per la richiesta del documento.

Terzo passo: il viaggio

Dopo aver ottenuto il visto si può finalmente partire per l'Australia. Partendo dall'Europa è inevitabile utilizzare l'aereo: per chi ha la fortuna di scegliere un volo diretto, il viaggio durerà circa mezza giornata; per chi invece non avesse la possibilità di optare per il diretto, dovrà ricorrere agli scali. Ma la questione del viaggio, una volta atterrati in Australia, non è terminata. Nel caso in cui si sia optato per una visita per lo più sedentaria, intesa come viaggio nelle città principali della nazione tra musei e luoghi architettonici, il problema non sussiste; ma nel caso in cui si sia optato per l'avventura vera e propria, si dovranno scegliere i mezzi per viaggiare. Dunque, via libera all'uso di mezzi pubblici o al noleggio di camper e roulotte, purché si disponga di una patente internazionale valida.