Locali curiosi da visitare a Roma

Locali curiosi da visitare a Roma

Roma ha moltissime attrazioni, dall’archeologia alla storia, dai musei alle chiese, dai parchi ai centri sportivi; per un turista, inoltre, dopo aver trovato l’hotel a Roma confacente alle proprie esigenze, la vacanza non è solo cultura e passeggiate in centro, ma anche voglia di esplorare angoli e locali della città inediti, luoghi che per sempre legheranno il ricordo di quella vacanza romana a qualcosa di stravagante ed unico. Roma non è certo avara in quanto a locali innovativi, strani e inusuali.

Quali sono i locali più curiosi di Roma

Roma sta vivendo un momento di grande vivacità nell’apertura di nuovi esercizi commerciali, bar, bistrot e ristoranti sempre più originali e stravaganti. Oltre alle novità, vi sono locali storici che a loro volta sono diventati punti di attrazione turistica della città come l’Ice Club, in zona Monti. È un cocktail bar fatto di ghiaccio dove la temperatura viene mantenuta stabilmente sotto lo zero e all’ingresso viene offerta una mantellina “anticongelamento”. I drink sono a base di vodka e tutti serviti in bicchieri rigorosamente di ghiaccio.

Il Race Club (Rione Monti), invece, è un locale “spiazzante”: si entra al primo piano dove si trova un’officina meccanica in piena regola, ma scendendo le scale si accede a un bellissimo salottino in stile vintage con mattoni a vista, divani e accoglienti poltroncine, un locale davvero raffinato a due passi dal Colosseo in stile speakeasy ispirato all’epoca del proibizionismo in America. Per rimanere nell’ambito dello speakeasy, il locale più famoso di Roma in questo senso è il Jerry Thomas a Piazza Navona dove per entrare è necessaria la parola d’ordine (e cambia spesso!), l’ambientazione ricorda i locali americani così come l’animazione musicale.
Altrettanto originale è lo Spirito, un locale dalla doppia veste: il mattino è una panineria – nata dalla costola del Bar Necci – dove si gustano panini gourmet, hamburger e patatine, la sera, invece, accedendo da una piccola porta laterale seminascosta si entra nello Spirito, dove, però, la regola fondamentale è … parlare sotto voce.

Gli amanti del cinema, possono trascorrere una serata all inclusive al La Moderna (zona Testaccio). All’interno del locale, arredato in stile minimal, è stato allestito uno schermo cinematografico con vecchie poltroncine in legno dove rivedere vecchi film in bianco e nero.
Il Porto Fish & Chips (zona Prati) catapulta l’avventore in un’altra città: Marsiglia. Il gestore – innamorato delle osterie del porto marsigliese – ha voluto riprodurre un angolo di porto marsigliese anche a Roma: l’ingresso è un portone di container navale, le finestre sono a oblò, i giornali appesi al muro, tavolacci in legno, disegni alle pareti e una proposta gastronomica che mescola il cibo da strada marinaresco alla cucina romana tradizionale.

Il locale che, invece, reinterpreta l’idea di locale pubblico è l’Anticafé (Zona San Giovanni). Qui si paga il tempo che vi si trascorre: 4 € la prima ora, 14 € l’intera giornata, caffè, stuzzichini, succhi di frutta e frutta sono inclusi nel prezzo. Le consumazioni non si pagano, si può portare il cibo o le bevande da casa, il wi-fi è gratuito, c’è anche la possibilità di stampare o usare lo scanner. In altre parole, più che un locale si tratta di un luogo dove studiare, lavorare in tranquillità, incontrarsi e condividere tempi e spazi.