Come organizzare una vacanza low-cost in America

Come organizzare una vacanza low-cost in America

Pianificare un viaggio in America, date le notevoli dimensioni del paese, richiede soprattutto una certa disponibilità di tempo in quanto, tenendo conto della lunghezza del viaggio, sarebbe consigliabile visitare il maggior numero possibile di luoghi. Nonostante le spese preventivabili siano di varia natura, è comunque possibile organizzare una trasferta negli States usufruendo di proposte low-cost che, tramite coupon, buoni sconto e offerte promozionali, possono garantire fantastiche opportunità.

Come programmare una vacanza low-cost in America

Il primo aspetto da prendere in esame nella programmazione di una vacanza low-cost in America è rappresentato dalla scelta della meta. Scegliendo alcune metropoli, come ad esempio Los Angeles, Chicago, Boston oppure New York, è possibile impostare un soggiorno piacevole e rilassante, sfruttando alcune opportunità. Se non si ha la necessità di partire in una data specifica, si può usufruire del sistema di prenotazione voli last minute, che consente di risparmiare fino all’80% rispetto al costo di quelli di linea.

Optando per un periodo di bassa stagione viene offerta l’occasione di contenere le spese non soltanto sui trasferimenti, ma anche sui costi di vitto e alloggio; quindi sarebbe meglio non partire tra giugno e settembre, considerati mesi di alta stagione, ma da ottobre a maggio. Recandosi sulle località costiere, come ad esempio Miami, è molto utile preferire la stagione invernale, tra novembre e gennaio, quando il clima è ancora favorevole e i prezzi sono del tutto competitivi. Il soggiorno più conveniente rimane quello basato sulla condivisione di stanze in un appartamento, piuttosto che sulla scelta di un albergo, anche per eliminare le spese per la ristorazione.

Avendo a disposizione una cucina privata, si possono preparare i cibi a domicilio, con un notevole contenimento delle spese e con un sicuro vantaggio per la salute. Per quanto riguarda i mezzi di spostamento, chi desidera limitare i costi, può servirsi di automezzi in condivisione (del tipo bla bla car), il cui ruolo rimane quello di ottimizzare il prezzo del carburante. Nella pianificazione di qualsiasi viaggio negli States è sempre obbligatorio munirsi delle autorizzazioni richieste, che consistono in un visto d’ingresso.

Per maggiori informazioni visita Visto-Usa.it, che consente di ricevere tutte i dati relativi alla richiesta dell’autorizzazione in entrata

Caratteristiche di un viaggio low-cost

Una vacanza low-cost può rivelarsi altrettanto piacevole e divertente di un’altra a costi normali, a patto di non fare economia sugli aspetti basilari. Bisogna quindi selezionare con attenzione la struttura abitativa di accoglienza che deve essere confortevole e pulita oltre che economica. Per quanto riguarda il vitto, è utile tenere conto del fatto che gli States offrono l’opportunità di scegliere tra molteplici proposte, che spaziano dal fast-food alla tavola calda alla rosticceria. Per spostarsi tra un luogo e l’altro, è sempre meglio servirsi dei mezzi pubblici, tra cui la praticissima metropolitana, che consentono di contenere adeguatamente gli esborsi di denaro, muovendosi velocemente.

Molte agenzie di viaggio offrono pacchetti per vacanze economiche negli States, proponendo soluzioni abitative senza pretese, ma comunque più che decorose. Anche negli USA sono presenti numerosi supermercati, i cui prodotti possono essere acquistati servendosi di coupon e buoni sconto, che sono in grado, a volte, di dimezzare le spese.

Procedure per sbarcare in America

Per avere la certezza di poter sbarcare negli USA è indispensabile essere in possesso di un visto in entrata, che consente l’ingresso e la permanenza nel paese soltanto per 90 giorni e per motivi di affari oppure di studio. L’Esta consiste in un sistema elettronico che autorizza i viaggi negli USA, a condizione di avere un passaporto in corso di validità. Il modulo, che può essere scaricato gratuitamente dal web, è un documento individuale recante tutte i dati personali della persona.

Le condizioni da rispettare per poter avere l’autorizzazione dell’entrata e del soggiorno in Usa sono le seguenti:

  • essere cittadino di uno dei 38 paesi che aderiscono a questo programma;
  • avere un passaporto in corso di validità;
  • disporre di una carta di credito.

Una volta inseriti i dati, essi vengono sottoposti a verifica da parte della polizia degli USA, e soltanto successivamente incamerati come validi presso gli organi competenti Americani. Il soggiorno in America non può superare i 90 giorni e deve essere finalizzato a motivi di studio (sia per scuole secondarie che per atenei) oppure professionali. Questa documentazione deve essere richiesta almeno 72 ore prima della partenza in quanto non è sempre sicuro che essa venga concessa. Nel caso in cui non fosse rilasciato, è possibile inoltrare una nuova richiesta, allegando i documenti necessari.

L’estrema comodità di questo sistema elettronico dipende soprattutto dal fatto che il soggetto non deve più recarsi presso consolati oppure ambasciate, ma è tenuto unicamente scaricare il modulo on-line, a compilarlo in tutte le sue parti con i propri dati personali e con le informazioni specifiche sul viaggio, per poter ottenere l’autorizzazione per l’ingresso in USA.